2DAYS PROG +1 EDIZIONE 2018

Home  >>  Senza categoria  >>  2DAYS PROG +1 EDIZIONE 2018

2DAYS PROG +1 EDIZIONE 2018

2DAYS PROG + 1 (Festival rock progressive)

7/8/9 Settembre 2018

Ogni sera concerti a partire dalle ore 18:00

Piazzetta della Musica

VERUNO (NO)

La 10° edizione del festival internazionale musica rock progressive più importante a livello italiano ed uno tra i più importanti a livello mondiale, denominato 2DAYS PROG +1, ha fatto dire ai giornalisti specializzati nel settore la seguente espressione: “Una line-up da paura!!”

 

Non solo perché dopo il finale dello scorso anno con i Procol Harum quest’anno si replica con un’altra band ormai nel mito della musica, ossia i VANILLA FUDGE, che saranno sul palco di Veruno la domenica a chiudere l’edizione del decennale, ma perché tutte le band, storiche e giovani, sono le migliori espressioni di questo genere musicale attualmente. Non per nulla il titolo della manifestazione significa “il prog oggi”!

 

Ma andiamo con ordine: come ogni anno si esibiranno quattro band ogni sera, dodici gruppi musicali, lungo le tre serate dedicate alla rassegna. Ricordiamo inoltre che la manifestazione sarà seguita da DEEJAYFOX RADIO STATION di Cologno Monzese e da RADIO POPOLARE di Milano che anche per questa edizione ha deciso di essere nostra media partner, così come PROG ITALIA il magazine per eccellenza nell’ambito del genere musicale, riconoscendo chiaramente l’importanza della manifestazione a livello nazionale!

 

Durante la prima serata, venerdì 7 settembre, dalle ore 18.00 si alterneranno sul palco della Piazzetta della Musica nel centro del paese i PANTHER & C., gruppo genovese con alle spalle due dischi osannati dalla critica ed un ottimo curriculum di spettacoli dal vivo anche all’estero, a cui seguiranno una delle band giovani più interessanti del circuito italiano, le RanestRane, dal nome molto particolare ma ormai molto apprezzati in tutto il mondo. Non solo perché hanno accompagnato il tour giapponese di quest’anno dei MARILLION e che alcuni membri del medesimo gruppo hanno paartecipato alla realizzazione dei loro ultimi dischi, consacrandone la bravura a livello internazionale, ma anche e soprattutto per la loro capacità di proporre musica ed immagini (i loro dischi sono ispirati a grandi film del passato) in un connubio unico nel genere.

 

Da questo momento la serata diventerà magica ed unica: infatti si esibiranno due nomi “storici” del progressive mondiale.

I francesi ANGE dei veri miti nella loro terra d’origine, con 6 dischi d’oro e oltre 6 milioni di copie vendute dei loro capolavori, definiti la “PFM francese” ma per la loro scelta di cantare esclusivamente in francese non hanno avuto quel riscontro internazionale tanto meritato. Per questo motivo non hanno suonato molto al di fuori dei confini nazionali. Attivi dal 1972, anno d’oro del prog mondiale, si esibiscono per la prima volta in assoluto in Italia! Solo Ver1Musica poteva rendere questo sogno una realtà!

Dalla Germania infine uno dei gruppi che ha creato un filone denominato “kraut rock” (come altro d’altronde…) che ha segnato gli anni ’70 di un tipico suono tedesco ancora oggi molto apprezzato anche in ambiti pop e techno music. Infatti insieme a Can, Faust, Popol Vuh e Tangerine Dream hanno ispirato molti musicisti attuali che espressamente dichiarano la loro musa, come ad esempio i Radiohead o gli Ulver. Il loro spettacolo è pieno di fascino e magia psichedelica ed ipnotica, imperdibile per gli amanti del genere!

 

Inoltre ogni giorno, circa un paio d’ore prima dell’inizio degli eventi, presso l’Auditorium Forum19 a pochi passi dal palco si può partecipare al Meet&Greet ossia l’incontro con gli artisti del festival rock verunese e dove si potrà ascoltare altri artisti, siano essi band emergenti come i pugliesi ISPROJECT oppure gli austriaci MINDSPEAK, sia un grandissimo artista italiano, GIANNI NOCENZI, fratello di Vittorio e mitico membro costituente il BANCO DEL MUTUO SOCCORSO, che ci delizierà con un concerto di solo piano assolutamente da non perdere.

 

Sabato 8 settembre l’apertura è affidata ad un trio svizzero molto interessante, THE UNIVERSE BY EAR, autori di un disco in cui miscelano sapientemente suoni zappiani e crimsoniani e che sicuramente lasceranno il segno anche a Veruno!

Non poteva poi mancare un gruppo norvegese, area quella scandinava che sta producendo numerose ed acclamate band, quali Opeth, Motorpsycho o Ulver per citare le più conosciute. Quest’anno sarà la volta dei MAGIC PIE attivi dall’inizio degli anni 2000 ed autori di 4 album dallo stile hard prog che contraddistingue il sound scandinavo, acclamati dalla critica musicale ed ottimamente accolti dal pubblico. Anche loro si esibiranno in Italia per la prima volta in assoluto.

Le due band sapranno sicuramente scaldare il pubblico per il doppio eccezionale appuntamento che ci attende a seguire.

Due band di rilevanza mondiale, sullo stesso palco e nello stesso giorno!

La prima band ad esibirsi, per dovere di ospitalità …, sarà il BANCO DEL MUTUO SOCCORSO. Credo non ci sia bisogno di molte parole per spiegare l’importanza di questa band, capitanata da Vittorio Nocenzi, nel panorama italiano della musica rock, non solo progressive. Un sound unico nel genere, che ha perso forse una delle più belle voci del panorama mondiale qual era quella di Francesco Di Giacomo morto prematuramente in un incidente automobilistico, ma che rimane autrice di alcune delle canzoni della musica italiana e non solo. E si annunciano ulteriori sorprese per l’esibizione verunese …

A seguire quella che attualmente possiamo definire la band capostipite europea del metal progressivo: i THRESHOLD!! Attivi da 30 anni, 11 album alle spalle, un fan club importante, i Threshold sono attualmente considerati come una delle principali band progressive metal insieme a Dream Theater, Queensrÿche, Fates Warning, Vanden Plas, Shadow Gallery.

Negli ultimi anni hanno completato un gran numero di tour internazionali dal successo strepitoso. E mancano dall’Italia da 5 anni, quindi un’occasione unica per poterli ascoltare.

La terza e conclusiva giornata del festival, Domenica 9 settembre è destinata interamente ai gruppi stranieri, a rimarcare il carattere di internazionalità che è poi l’elemento di spicco del festival di Veruno.

Prima dell’apoteosi finale, si alterneranno sul palco gli SMALLTAPE band tedesca con solo un album alle spalle ma che anche nella recente apparizione al festival di Lorelei ha fatto parlare molto di sé, con un’esibizione a lungo applaudita dai numerosi spettatori presenti.

A seguire la band inglese dei KYROS, sicuramente più conosciuti anche con il precedente nome di Synaesthesia con cui avevano iniziato la carriera. La loro musica affonda in vari stili per rendere un sound nuovo e moderno e sicuramente riconoscibile. Hanno partecipato a numerosi tour e fatto da supporter a band quali Marillion e Spock’s Beard. E poi il bassista della band è italiano!

Vengono sempre dalla Scandinavia, ma questa volta dalla Finlandia, i musicisti che si esibiranno prima del gran finale. Si chiamano VON HERTZEN BROTHERS e sicuramente saranno una delle sorprese più gradite del festival di quest’anno. Attivi dall’inizio del 2000 hanno 7 album alle spalle e in patria sono considerati delle vere e proprie star, con i loro dischi che passano direttamente al primo posto nelle vendite appena usciti. Stanno facendosi conoscere anche nel resto dell’Europa e la loro musica, giovane e grintosa, sarà sicuramente molto apprezzata.

Il festival si chiude veramente con il botto. Saranno infatti i VANILLA FUDGE, la mitica band americana di Mark Stein, Vince Martell e Carmine Appice attiva da oltre 50 anni ed autrice di hit dal successo stratosferico. Come non ricordare la loro versione psichedelica di You Keep Me Hangin’ On, brano portato al successo anche dalle Supremes, oppure quella di Some Velvet Morning, un brano morbido originariamente composto da Lee Hazlewood, ed eseguito dall’autore in duetto con Nancy Sinatra che nella loro interpretazione personalissima, decisamente psichedelica e portata alla ricerca di sonorità estremamente stridenti con l’originale e che ne fanno un sorta di manifesto della psichedelia. Il loro hard blues ha influenzato molte band e musicisti famosi, dai Led Zeppelin a Ritchie Blackmore, per citare i più famosi, e sono considerati a ragione i precursori del progressive rock negli Stati Uniti.

Tutti  i  concerti  avranno  ingresso gratuito e si potrà usufruire della ristorazione all’interno dell’area.

 

2 Comments so far:

  1. MARIO DE SA VERA scrive:

    Hey , is 2019 concerts confirmed ?

    thanks, Mario.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>